Tanto amore per Trenord

by marcotambo

Tanto amore per Trenord, che di solito è puntuale o in ritardo di solo 3-4 minuti.
Tanto amore per Trenord, che stamattina chiedevo solo un treno puntuale, sapendo già di arrivare con 5-10 minuti di ritardo a lezione.
Tanto amore per Trenord, che arrivato in stazione a Castellanza mi informa che il mio treno è in ritardo di 13 minuti. Ed era il treno delle 7.45, ero sveglio da un’ora e volevo solo stare al caldo.
Tanto amore per Trenord, che i minuti li ha fatti diventare 14.
E poi 15.
E poi 16.
E poi 17.
E poi 18.
E poi 19.
Tanto amore per Trenord, che va be’, se non riesco a prendere il Milano Cadorna, prendo il Milano Centrale, tanto passa 10 minuti dopo.
Tanto amore per Trenord, che allegramente ci informa che per il Milano Centrale “il servizio è effettuato solo nelle vetture di testa”.
Tanto amore per Trenord, che quando arriva il treno capisco cosa significa, ovvero che erano usufruibili solo alcune carrozze e che queste carrozze erano più piene della metro giapponese all’ora di punta.
Tanto amore per Trenord, che quindi mi ha lasciato in stazione al freddo perché io – con la mia fottuta valigia – non ci stavo. E non sono stato l’unico.
Tanto amore per Trenord, che forse ha ascoltato i miei cristi arroganti e ha scalato 4 minuti di ritardo dal Milano Cadorna, facendolo passare da 19 a 15.
Tanto amore per Trenord un beato cazzo, che arrivato a Rescaldina inizia a riempirsi e non riesco nemmeno ad allargare le braccia.
Tanti vaffanculo a due maestre delle elementari, povere mentecatte rincoglionite, che hanno scelto proprio il giorno perfetto per portare due classi di bambini urlanti a Milano, come ho visto una volta a destinazione, spiegandomi così il sovraffollamento del fottuto treno.

E niente, col cazzo che a Trenord offro il biscottino. Al massimo un calcio nel culo.

Advertisements